Sicurezza

Contesto

Il senso di sicurezza personale è un elemento essenziale del benessere degli individui, correlato altresì all’esposizione al rischio di essere vittima di aggressioni fisiche o di altri crimini o delitti.  I fenomeni e gli episodi di criminalità possono determinare la perdita di vite umane e di beni, nonché indurre sofferenza fisica, stress post-traumatico e stati d’ansia. La sensazione di vulnerabilità sembra essere uno degli effetti principali che la criminalità esercita sul benessere percepito dalle persone.

Sentirsi al sicuro camminando da soli di notte

Secondo i dati recenti, circa il 69% delle persone nei Paesi OCSE dichiara di sentirsi al sicuro camminando da sole di notte. Tra i vari Paesi, tuttavia, si rilevano notevoli differenze. Mentre l'85% o oltre della popolazione in Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svizzera dichiara di sentirsi al sicuro, in Messico il senso di sicurezza della gente si attesta a un po’ meno del 50% ed è leggermente inferiore al 40% in Brasile e in Sudafrica. La Lettonia è più vicina alla media dell’OCSE con una percentuale del 61%.

I tassi di omicidi

Il tasso di omicidi (numero di omicidi ogni 100 000 abitanti) si riferisce solo alla forma più estrema di violenza sulla persona e, di conseguenza, non fornisce informazioni sulle condizioni di sicurezza più rappresentative. Tuttavia, il tasso di omicidi costituisce un indicatore più attendibile del livello di sicurezza esistente in un Paese, perché, a differenza di altri crimini, gli omicidi sono, di norma, denunciati alle forze di polizia. Secondo i più recenti dati OCSE, il tasso medio di omicidi nell’area OCSE è pari a 3,6 omicidi ogni 100 000 abitanti.

Nella maggior parte dei Paesi OCSE i tassi di omicidi sono generalemente più elevati per gli uomini che per le donne – rispettivamente pari, in media, a 6,1 ogni 100 000 per gli uomini e a 1,3 ogni 100 000 per le donne, secondo i dati più recenti. Tuttavia, sebbene gli uomini siano maggiormente esposti al rischio di essere vittime di omicidi, sono principalemente le donne a subire violenza domestica e nei rapporti intimi con il proprio partner. I dati UE basati sui crimini denunciati alle forze di polizia indicano che l’86% delle vittime di violenza sessuale sono donne. Nell’intera area OCSE, il 77% degli uomini e il 61% delle donne dichiara di sentirsi al sicuro quando camminano da soli di notte nei rispettivi quartieri di residenza.

Lo status sociale incide altresì sui tassi di vittimizzazione e sulla percezione della propria sicurezza. Le persone con istruzione e reddito più elevati, infatti, riferiscono più sovente di sentirsi al sicuro e meno esposte a fenomeni criminali, il che può derivare dalla possibilità di garantirsi condizioni di maggiore sicurezza ed essere, così, meno esposte a fenomeni criminali (es. bande giovanili o trafficanti di droga).

Nota: i dati relativi all'indicatore "Sentirsi al sicuro camminando da soli di notte" sono attinti dall’indagine mondiale Gallup World Poll.

 

Sicurezza Presentazione dettagliata per Paese