Cos'è il tuo Better Life Index?

Il tuo Better Life Index è ideato per consentirti di visualizzare e confrontare alcuni fattori-chiave – istruzione, alloggio, ambiente, ecc. – che contribuiscono al benessere nei Paesi OCSE. E' uno strumento interattivo che ti consente di rilevare la performance dei vari Paesi a seconda dell'importanza che tu attribuisci agli 11 argomenti che compongono una vita migliore.



Domande frequenti

A cosa serve il Better Life Index?

Da qualche tempo si parla molto della misura del benessere delle società: la ricchezza è l'unico criterio importante o bisogna considerare altri elementi, come l'equilibrio tra il lavoro e la vita privata? Scopo di questo indice è coinvolgere i cittadini nel dibattito e dare loro i mezzi per essere più informati e partecipi rispetto alle decisioni che influiscono sulla vita di tutti noi.

Torna a inizio pagina

Perché scegliere 11 temi per definire il benessere?

Sin dalla sua fondazione nel 1961, l'OCSE aiuta i poteri pubblici a formulare politiche migliori per una vita migliore. Di recente l'OCSE si è impegnata attivamente nel dibattito sulla misura del benessere. Sulla base del lavoro effettuato, gli 11 criteri selezionati rappresentano ciò che l'OCSE considera come elementi essenziali per il benessere in termini di condizioni di vita materiale (abitazione, reddito, lavoro) e di qualità della vita (relazioni sociali, istruzione, ambiente, governance, salute, soddisfazione personale, sicurezza, rapporto tra vita privata e lavoro).

Ogni tema è basato su indicatori specifici, che possono andare da uno a quattro. Il tema del lavoro, ad esempio, è funzione di quattro indicatori particolari: tasso d'occupazione, tasso di disoccupazione di lunga durata, reddito da lavoro dipendente, garanzia del posto di lavoro. Per ogni indicatore è anche possibile paragonare i risultati tra uomini e donne e verificare in che misura le condizioni socio-economiche influenzano i risultati.

In futuro a tali indicatori, che rappresentano la qualità e le condizioni materiali di vita attuali, se ne affiancheranno altri che definiscono il benessere e la sua sostenibilità nel corso del tempo.

Torna a inizio pagina

Quali sono i Paesi presi in considerazione dall'indicatore?

L'indicatore riguarda i 34 Paesi membri dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economici (OCSE), che raggruppa la maggior parte dei Paesi sviluppati, vari Paesi emergenti e due Paesi partner, Brasile e Russia. In futuro l'indice prenderà in considerazione quattro altri Paesi partner dell'OCSE: Cina, India, Indonesia e Sudafrica.

Torna a inizio pagina

Qual è il Paese n. 1?

Sta a te deciderlo! L'OCSE non definisce nessuna classifica dei Paesi. Al contrario: il Better Life Index è stato formulato in modo da lasciare all'utente la possibilità di definire il contributo degli 11 criteri al benessere. Se, ad esempio, pensi che l'abitazione sia più importante dell'ambiente, basta cambiare il punteggio nella toolbar dell'indicatore per visualizzare immediatamente i risultati dei vari Paesi. Quando hai creato il tuo proprio indice, clicca su «Paragona» per confrontare il tuo indicatore con quello degli altri utenti italiani o di altri Paesi del mondo, e poi clicca su «Condividi questo indicatore» per mostrarlo ai tuoi amici e alimentare il dibattito su ciò che costituisce una vita migliore.

Torna a inizio pagina

Quali sono le differenze tra uomini e donne

Prendendo in considerazione gli 11 criteri dell'indicatore Better Life Index, le differenze tra uomini e donne in materia di benessere sono minime. La situazione degli uomini, però, risulta migliore di quella delle donne in alcuni campi, per esempio in materia di occupazione e reddito da lavoro dipendente. Al contrario, le donne ottengono migliori risultati degli uomini per quanto riguarda salute, istruzione, relazioni sociali e livello di soddisfazione rispetto alla propria vita.

  1. È possibile paragonare i risultati del Better Life Index ripartiti per sesso con i risultati medi per Paese? Anche se i risultati dell'indicatore Better Life Index di uomini e donne sono calcolati in base agli stessi indicatori del Better Life Index medio del Paese, attualmente non è possibile paragonare i risultati del Better Life Index tra loro poiché la normalizzazione è realizzata a partire da valori diversi.
  2. Come si legge il «fiore» presente tra i punteggi del Better Life Index ripartiti per sesso? Il fiore che appare tra i punteggi del BLI di uomini e donne è semplicemente definito sulla base della media aritmetica calcolata in funzione dei punteggi dell'indicatore BLI ripartito per sesso. Questo fiore non corrisponde al livello dell'indicatore medio del Paese. Il fiore viene visualizzato per ricordare agli utenti l'importanza attribuita ai vari criteri e in che modo ciò influenza i punteggi del Better Life Index di uomini e donne.

Torna a inizio pagina

Perché paragonare il mio indicatore?

Ogni volta che crei un indicatore, quest'ultimo è registrato in una base dati accessibile al pubblico, e ciò ti consente di paragonare il tuo indicatore a quello di altri utenti in tutto il mondo e di verificare chi condivide il tuo punto di vista sugli argomenti più importanti. Affinché ciò sia possibile, ti chiediamo di riempire le informazioni riguardanti Paese, sesso e fascia d'età, e poi di registrare e paragonare il tuo indicatore. Se lo desideri, puoi naturalmente condividere l'indicatore con i tuoi amici, inserirlo nel tuo sito Web e incoraggiare altri utenti a paragonare il loro indicatore con il tuo. Con il passare del tempo, ciò consentirà all'OCSE di precisare ciò che gli abitanti di tutto il mondo considerano fondamentale per vivere una vita soddisfacente.

Torna a inizio pagina

Quali altre informazioni posso ottenere da questo sito?

Tantissime. Il sito è strutturato in base a tre principali percorsi informativi:

  1. L'indicatore: la pagina principale del sito Better Life Index offre la possibilità di paragonare tra loro i risultati generali di ogni Paese per gli 11 criteri di benessere e di consultare i risultati ripartiti per sesso. Questa pagina consente anche di creare il tuo indicatore personale, di paragonarlo con altri e di condividerlo.
  2. I temi: clicca su «Temi» nel menu di navigazione per visualizzare spiegazioni generali su ogni criterio su cui si basa l'indicatore, nonché punteggi sulla situazione di ogni Paese e esempi di buone pratiche.
  3. I Paesi: clicca sul «fiore» corrispondente ad ogni Paese (o su «Paesi» nel menu di navigazione) per ottenere una descrizione generale del Paese in questione, nonché punteggi e spiegazioni sui risultati di questo Paese per quanto riguarda gli 11 temi su cui si basa l'indicatore.

Torna a inizio pagina

Quali sono gli indicatori utilizzati per costruire il Better Life Index?

Ognuno degli 11 temi che compongono l'indicatore si basa attualmente su alcuni indicatori (da uno a quattro), di cui si calcola la media con ponderazioni identiche.

Scarica la lista completa degli indicatori e dei relativi dati.

Gli indicatori sono stati scelti in base a vari criteri statistici, come la pertinenza (validità apparente, livello di precisione, utilità per l'intervento pubblico) e la qualità dei dati (validità predittiva, portata, adeguazione, comparabilità internazionale, ecc.) e in collaborazione con i Paesi membri dell'OCSE. Tali indicatori forniscono una buona misura del concetto di benessere, in particolare nel contesto di paragoni tra vari Paesi. Ad ogni tema saranno progressivamente aggiunti altri indicatori.

Per quanto riguarda la definizione e la misura del benessere, alcuni Paesi e culture possono tuttavia accordare importanza ad altri aspetti (come la spiritualità) a causa della loro situazione o della loro storia. Per questo motivo, anche se il quadro scelto dall'OCSE copre dimensioni del benessere che risultano universali e pertinenti per tutti gli esseri umani, può essere utile completarlo adottando criteri di livello nazionale che possano fornire informazioni contestuali specifiche su ciò che rende la vita soddisfacente.

Torna a inizio pagina

Perché il Better Life Index è un indicatore pertinente?

Il benessere è un concetto multidimensionale che dev'essere misurato con un indicatore multidimensionale. Può essere però difficile estrarre una sola immagine da un mosaico molto complesso. Il vantaggio degli indicatori compositi è rappresentato dal fatto che offrono una visione d'insieme facile da interpretare delle strutture del benessere.

Gli 11 temi utilizzati per calcolare il benessere in questo indice sulla qualità della vita sono stati scelti in base alla teoria e alla pratica, in seguito a consultazioni condotte sul miglior modo di misurare il benessere a fini comparativi. Per saperne di più, leggi la pubblicazione associata dell'OCSE: How's Life? – Measuring Well-Being. Da un punto di vista statistico, l'indice attinge alle migliori pratiche di costruzione degli indicatori compositi ed è affidabile per quanto riguarda varie ipotesi metodologiche.

Torna a inizio pagina

Da dove provengono i dati?

I dati sono desunti per la maggior parte da fonti ufficiali come l'OCSE, la contabilità nazionale, le statistiche delle Nazioni Unite o gli istituti di statistica nazionali. Un paio di indicatori sono basati sui dati del sondaggio Gallup World Poll, realizzato da The Gallup Organization, che effettua sondaggi d'opinione in più di 140 Paesi in tutto il mondo. Oltre l'80% degli indicatori del Better Life Index sono già stati pubblicati dall'OCSE.

Per ulteriori dettagli, leggi la pubblicazione associata dell'OCSE: How's Life? – Measuring Well-Being.

Torna a inizio pagina

L'indice fornisce dettagli a livello regionale?

Per il momento, la maggior parte degli indicatori che compongono il Better Life Index non sono disponibili a livello più disaggregato: in altre parole non è possibile paragonare le differenze all'interno di un Paese o tra vari gruppi sociali (uomini/donne, giovani/anziani, ecc.). In base alla disponibilità dei dati, le future versioni dell'indice potrebbero comprendere tale possibilità.

Torna a inizio pagina

In che modo le diseguaglianze sociali sono prese in considerazione nell'indicatore?

Le informazioni sulle diseguaglianze sociali sono indicate per alcuni indicatori del Better Life Index nelle pagine riguardanti i temi e i Paesi. Basandosi sul tasso di diseguaglianza sociale, queste informazioni sono desunte dal paragone tra i risultati delle persone che hanno un elevato livello socioeconomico e quelli delle persone con un basso livello socioeconomico. Il livello socioeconomico è definito in funzione del livello di reddito o di istruzione, in base alla disponibilità dei dati sulla disaggregazione socioeconomica dei vari indicatori del Better Life Index. Per quanto riguarda il reddito, si stima che le persone appartenenti al quintile superiore della distribuzione del reddito abbiano un livello socioeconomico elevato, mentre quelli appartenenti al quintile inferiore di reddito si stima abbiano un basso livello socioeconomico. Per quanto riguarda l'istruzione, le persone con un diploma universitario sono considerate di elevato livello socioeconomico mentre quelle con un diploma di istruzione primaria sono considerate di basso livello socioeconomico.

Torna a inizio pagina

E se il Better Life Index non contiene nessun tema che ritengo importante?

I temi dell'indice sono stati scelti in modo da corrispondere alle componenti essenziali del benessere in numerosi Paesi e culture in tutto il mondo. È però possibile che vi siano altri elementi che ritieni importanti e che non figurano nell'indice (come la religione, i figli ecc.). Ti invitiamo ad inserire i tuoi commenti nella casella visualizzata al momento di registrare l'indice per indicarci qualsiasi altro tema che vorresti sia compreso nelle prossime edizioni del Better Life Index. Se i dati lo consentono, prenderemo in considerazione la tua opinione. Puoi anche inviarci un messaggio utilizzando la pagina Contatti.

Torna a inizio pagina

Qual è lo scopo di quest'indagine?

Lo scopo dell'indagine è duplice. In primo luogo l'obiettivo è quello di creare una base dati più completa sugli utenti del Better Life Index e sulle loro scelte da condividere pubblicamente. Il secondo obiettivo è di approfondire la conoscenza delle motivazioni alla base delle risposte degli utenti, in altre parole in che misura le opinioni su ciò che risulta fondamentale nella vita dipendono dalle condizioni di vita e dalla soddisfazione riguardo agli 11 temi del benessere. Quest'indagine, per esempio, ci consentirà di capire in che misura l'importanza accordata al sistema sanitario è legata o meno alla qualità obiettiva di tale sistema nei vari Paesi. Grazie ai risultati di questo sondaggio, sarà più facile per l'OCSE fornire raccomandazioni ai decisori di ogni Paese sulle questioni alle quali dare priorità per assicurare una vita migliore ai propri cittadini.

Torna a inizio pagina

L'indice consente di effettuare confronti temporali?

Per il momento l'indice non permette di effettuare confronti temporali poiché la metodologia è ancora in corso di perfezionamento (quest'anno, per esempio, sono stati aggiunti cinque nuovi indicatori). Inoltre, molti indicatori del Better Life Index registrano variazioni minime nel corso del tempo e quindi, prima di poter studiare l'evoluzione dei vari risultati in funzione del tempo sarà necessario aspettare ancora qualche anno.

Torna a inizio pagina

Dove posso trovare i dati relativi ai precedenti Indici?

Scarica i dati dell'Indice 2015

Scarica i dati dell'Indice 2014

Scarica i dati dell'Indice 2013

Download Index data 2012

Download Index data 2011

Torna a inizio pagina

Come sono attribuite le ponderazioni?

All'inizio è necessario parametrare l'applicazione Web che consente di costruire l'indice inserendo delle ponderazioni per default. Per maggiore semplicità, alle ponderazioni è stato attribuito lo stesso valore (1) per tutti i temi. Queste ponderazioni per default non rappresentano l'opinione dell'OCSE sull'importanza relativa di ogni tema.

Le ponderazioni sono attribuite dagli utenti, che costruiscono e personalizzano il loro proprio indice. Per far ciò, l'utente deve attribuire un punteggio ad ogni tema, da 0 («non importante») a 5 («molto importante»). Il punteggio assegnato a ogni tema è convertito in una ponderazione dividendo il voto assegnato a ogni tema per la somma dei voti assegnati a tutti i temi. Per esempio, se un utente assegna il voto 5 ai temi Sanità e Istruzione e 3 a tutti gli altri temi, la ponderazione per la sanità e l'istruzione sarà pari a 5/37 (cioè circa il 13,5%) e tutti gli altri temi avranno una ponderazione di 3/37 (cioè circa l'8,1%). La somma di tutte le ponderazioni sarà pari al 100%.

Torna a inizio pagina

In che modo vengono aggregati gli indicatori?

Ogni tema del benessere è misurato utilizzando da uno a tre indicatori. All'interno di ogni tema, si calcola la media degli indicatori utilizzati con la stessa ponderazione. Il tema dell'istruzione, per esempio, è misurato in funzione del livello di istruzione e delle competenze in lettura. Il voto per l'istruzione è quindi dato da:

Livello di istruzione + Competenze in lettura
2

Torna a inizio pagina

Come sono normalizzati gli indicatori?

L'indice raggruppa numerosi indicatori, espressi tramite vari tipi di unità (dollari, anni, ecc.). Per poter paragonare e aggregare valori espressi tramite unità diverse, è necessario normalizzare tali valori. Per effettuare la normalizzazione si utilizza una formula standard che consente di convertire i valori iniziali degli indicatori in numeri compresi da 0 (il risultato peggiore) a 1 (il risultato migliore). La formula è la seguente:

valore da convertire -valore minimo
valore massimo -valore minimo

Quando un indicatore misura un aspetto negativo del benessere (per esempio la disoccupazione) la formula utilizzata è la seguente:

1 –
valore da convertire -valore minimo
valore massimo -valore minimo

Torna a inizio pagina

Come si calcola il grado di diseguaglianza?

    1. Come si calcola il Better Life Index per uomini e donne?

      Il BLI che si riferisce a uomini e donne è calcolato in base alla stessa metodologia del BLI generale che si riferisce ai valori medi per Paese. Il BLI per uomini e donne comprende gli stessi 24 indicatori presi in considerazione per i vari Paesi. La maggior parte di questi indicatori sono ripartiti per sesso: ciò significa che i dati relativi a tali indicatori sono disponibili separatamente per le donne e gli uomini e che in seguito tali dati vengono presi in considerazione per il calcolo dei punteggi del BLI in base al sesso. Per quanto riguarda una ristretta minoranza di casi (per esempio in materia di abitazione), gli indicatori non possono essere ripartiti per sesso e quindi si utilizzano i valori medi per Paese per il calcolo del Better Life Index relativo a uomini e donne.

      I tassi di disparità tra i sessi presentano le disparità tra uomini e donne in materia di benessere per tutti gli 11 temi su cui si basa il Better Life Index. Per ogni indicatore per il quale è disponibile la ripartizione per sesso, i tassi sono calcolati dividendo i risultati più elevati tra uomini e donne per i risultati più bassi:

      Massimo (valore uomo, valore donna)
      Minimo (valore uomo, valore donna)

      Un rapporto pari a 1 indica la parità tra i sessi mentre un rapporto superiore a 1 indica l'esistenza di una disparità tra i sessi.

    2. Quali sono gli indici di diseguaglianza sociale e come sono calcolati?Gli indici di diseguaglianza sociale presentano le disparità socioeconomiche in materia di benessere per tutti gli 11 temi su cui si basa il Better Life Index. Per ogni indicatore per il quale è disponibile la ripartizione per categoria socioeconomica, gli indici sono calcolati dividendo il risultato più elevato tra l'alto e il basso livello socioeconomico per il risultato più basso tra l'alto e il basso livello socioeconomico:
      Massimo (valore del gruppo con un alto livello socioeconomico, valore del gruppo con un basso livello socioeconomico)
      Minimo (valore del gruppo con un alto livello socioeconomico, valore del gruppo con un basso livello socioeconomico)

Torna a inizio pagina

Che cos'è un valore sostitutivo?

Per un numero di osservazioni molto ristretto (meno del 5% dei dati) i valori utilizzati per calcolare l'indicatore Better Life Index sono dei valori sostitutivi. I valori sostitutivi corrispondono a stime dei dati mancanti determinati tramite specifici metodi statistici. Sebbene tali imputazioni non abbiano un'influenza significativa sui risultati dell'indicatore, i valori sostitutivi devono essere utilizzati con prudenza.

Torna a inizio pagina

Ringraziamenti

Ideato e realizzato da Moritz Stefaner, Frank Rausch, Jonas Leist, Marcus Paeschke, Dominikus Baur e Timm Kekeritz per Raureif Design Consultancy, Berlino.

Better Life Blog

The blog has moved!

The Better Life Index blog has been migrated to the OECD Insights blog. Please visit oecdinsights.org/category/bli-2/ for all future posts.

leggi ...

Football, Brazil and Better Life

Is there more to life than football? Find out about the launch of the new Portuguese version of the Better Life Index.

leggi ...

The dangers of breathing at work

Read our blog for World Environment Day and find out how air pollution at the office can affect your health and well-being.

leggi ...

The two faces of happiness

How happy are you with your life during the last month? Find out how the happiness you remember is different from the happiness you actually experienced.

leggi ...

The importance of quality jobs

We all worry about not having a job, but we should also worry if we have a good job as it could determine how healthy we are.

leggi ...

Is GDP still useful?

For decades we have used GDP as the measure of progress, but is it still appropriate in our current society?

leggi ...
Visita il nostro blog

Better Life Index